Gli alunni delle medie in gita con la Macchia Verde

Come ogni anno, grazie alla sinergia di due associazioni quali LA MACCHIA VERDE e I MAEDETI IMBRIAGHI, gli alunni della Scuola Media A. Fogazzaro di La Salute di Livenza partecipano a un viaggio d’istruzione con tema ambientale e territoriale, mirato alle nostre zone geografiche.

Due anni fa il bosco di Bandiziol e Prassacon, con 2 guide qualificate gli alunni hanno esplorato il meraviglioso bosco di San Stino.

L’anno scorso, sempre con l’aiuto di due bravi biologi hanno visitato la parte più incontaminata della laguna di Caorle facendo pure un giro su un vecchio bragozzo.

Quest’anno con la collaborazione del Consorzio di Bonifica, l’ARPAV e le conoscenze di don Giancarlo la gita si è divisa in tre siti dislocati fra loro ma collegati nella funzionalità.

  Il primo sito visitato è stato il radar per le previsioni metereologiche presente in via Possidenza nel comune di Concordia Sagittaria. Per capire meglio, è quella grande antenna a forma di pallone, che notiamo davanti a strada Contarina tutte le volte che percorriamo la strada per recarci a S. Stino di Livenza. Il radar è uno dei pochi presenti in veneto, e ha un raggio di onde elettromagnetiche di 110 km che individua le perturbazioni con una precisione attendibile di due ore. Proprio per questo il consorzio lo impiega come strumento di monitoraggio per la regolazione delle idrovore, ci ha fatto vedere la mappa e sono veramente tante!

Il tecnico del consorzio di bonifica ci ha fatto vedere nel computer il movimento delle nuvole captato dal radar, e ci ha consigliato di vedere le previsioni del tempo sul sito www.arpav.it.  Io personalmente lo faccio e indovina sempre!

Il secondo sito visitato è l’impianto di bonifica terminale del Brian di Eraclea, impianto monumentale molto bello con una storia importante. La “lezione” è stata intensa e ricca, le nozioni storiche e geografiche dei tecnici di S. Donà e di Don Giancarlo, hanno fatto onore alla Nostra storia della bonifica.

Poi, con le dovute cautele, noi volontari della Macchia Verde abbiamo accompagnato a piedi le scolaresche presso “le porte antiche del Brian”, passeggiando per la strada che costeggia il canale, dove gli scorci naturalistici riempiono la giornata di poesia. Sopra il ponte, don Giancarlo ha ben illustrato dove passava un tempo il canale Brian, infatti poco più in là sorgono le rovine delle antiche porte, lo scenario è da film di Indiana Jones, erba alta, blocchi di granito e cemento nascosti da erbe rampicanti… eppure un sito così importante per la Nostra storia, con tanto di lapide celebrativa dell’epoca è lì, abbandonato e poco conosciuto, speriamo le cose cambino!

Finalmente il ristoro, presso il parco del ristorante l’Emiliana, dove gli alunni e gli accompagnatori hanno potuto mangiare un po’ di pane (fatto e offerto da Vincenzo Ongaro) e salame in allegria.

In questa intensa giornata gli alunni sono stati diligenti, i professori collaboranti e chi ci ha dato il servizio ha soddisfatto a pieno le nostre richieste, un ottima giornata.  Grazie a tutti quelli che hanno collaborato, in particolare al consorzio di bonifica.

Il presidente
Steve Ongaro   

Condividi:
Pubblicato in Articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*