La Storia

Lo storico logo

L’ Associazione “LA MACCHIA VERDE” nasce a La Salute di Livenza nel 1993 per realizzare il parco golenale nel paese lungo la Livenza.

Dopo 7 anni riesce a piantare i primi alberi e l’attività continua coinvolgendo gli alunni delle scuole medie che ogni anno partecipano alla piantumazione durante “LA FESTA DEGLI ALBERI”.

In 5 anni il parco golenale viene completato e l’ associazione si occupa dello sfalcio dell’area, ma la “Festa degli alberi” continua a venir fatta spostandosi nella nuova area verde di via Veronese, nel 2004 vengono piantumate le due aree con la partecipazione delle scuole medie.

Attualmente viene fatta quando l’amministrazione comunale intende inaugurare qualche nuova area verde a La Salute o quando c’è qualche nuovo progetto che può interessare le scuole.

Festa degli Alberi 2005

“La Macchia Verde” è un associazione culturale ambientalista e tra i progetti attuati che rispettano questa vocazione è importante ricordare l’iniziativa “Scambia un libro salva un albero” che per molti anni ha permesso agli alunni delle scuole di La Salute di scambiarsi i libri di scuola senza acquistarne di nuovi.

E’ stata organizzatrice del corso di agricoltura biologica e promotrice dell’ adozione di cibi biologici nelle mense scolastiche.

Ogni anno grazie anche alla partecipazione con l’ Associazione “Maeedetti Imbriaghi” offre  un escursione istruttiva in tema ambientale ai ragazzi delle scuole medie, anche per ripagare la disponibilità della direzione didattica nel farci realizzare la festa “l’ARTE NON è ACQUA” proprio nell’area delle scuole. Questa festa si svolge in occasione dell’annuale sagra paesana e dà la possibilità ai giovani artisti creativi del paese e dintorni di esporre la loro arte, che sia musicale, visiva, multimediale.  Inoltre, in questa occasione abbiamo collaborato con il Servizio per le Tossicologie per  informare i partecipanti sui rischi legati all’alcool.

Manifestazione a Vallevecchia

L’Associazione ha partecipato attivamente alla battaglia contro il “Palalvo”, nel 2003 , per poi riposizionarsi come supporto al COMITATO PER LA SALVAGUARDIA DI VALLEVECCHIA , manifestando in Caorle nel 2013 e, con il famoso sbarco in brussa nel 2014, evento interno alla manifestazione “IL RESPIRO DI GAIA”. Si è prodigata per supportare il referendum contro i pesticidi, alla raccolta firme contro la privatizzazione dell’acqua e ha dato il suo appoggio al comitato “NO-TAV VENEZIA TRIESTE”. Nel 2011 ha manifestato contro le centrali a biomassa del portogruarese, continua a collaborare con il comitato anti centrali del portogruarese per le ricerche sull’ inquinamento.

Nel 2010 la Macchia Verde decide di rilanciare la piazza di La Salute di Livenza durante i giorni della Sagra, nasce così “I SEGRETI DEGLI ALBERI”. Ovvero viene allestito un piccolo chiosco con due gazebi e vengono sparsi per la piazza degli alberi in vaso con appese nei rami delle poesie di autori famosi. Altre associazioni amiche riconoscono la potenzialità dell’ idea e dello spazio ed ecco che nasce il coordinamento delle associazioni. nel 2011 con ben 7 gazebi 5 mt x 5 mt in piazza si dà il via alla prima festa delle associazioni, dando lustro al paese e visibilità alle associazioni locali. Insieme si può davvero fare molto.

L’Orto Didattico

Nel 2011 parte il progetto “orto didattico presso un area comunale lasciata in concessione e adiacente ai plessi scolastici. Con il lavoro di bravi e pazienti nonni ortolani, gli alunni delle scuole elementari cominciano a toccare con mano la terra e le piante, imparando i loro nomi e le stagionalità, lavorando e assaggiando. Il progetto si fa notare e l’anno dopo si uniscono anche i piccoli della scuola materna che piantano i gladioli. La cosa coinvolge anche i genitori che ogni anno partecipano numerosi e attivi per cucinare alla “cena dell’ orto”, momento conviviale e di raccolta fondi. Nel 2016 fa il suo ingresso la prima media che gestisce in autonomia un aiuola e un” diario dell’ orto “ da condividere con la quinta elementare.

La festa finale del plesso scolastico corona un aspetto importante del progetto: la vendita delle verdure e delle piantine coltivate dagli alunni e dai nonni. Un successone che contribuisce a sostenere il progetto e che insegna il valore della fatica ai ragazzi.  Una fatica verde e sostenibile.

LA MACCHIA VERDE è aperta alla collaborazione con chiunque ne condivida le cause ed è deciso a proporne di nuove e a portarle avanti.

www.lamacchiaverde.it